Polonia: Il centro logistico della nuova Via della Seta

, April 8, 2019
  • 1
    Share

Circa il 90% delle merci ferroviarie tra Cina ed Europa attraversa la Polonia. Qual’è il futuro della Polonia? Semplice corridoio o centro logistico a sé stante?

  • 1
    Share

Le aziende polacche possono davvero trarre vantaggio dall’Iniziativa Belt & Road? 

La Belt and Road o “Via della Seta” prevede la realizzazione di una rete di infrastrutture ferroviarie e marittime che collegheranno Europa ed Oriente lungo sei corridoi transnazionali, quattro terrestri e due marittimi.

Obiettivo prioritario della Cina è quello di avvicinarsi all’Europa: un mercato importante, ma anche un fornitore primario di merci e servizi. Il progetto del New Eurasian Land Bridge è grandioso. Una ragnatela di infrastrutture ferroviarie che collegano la Cina con il Golfo Persico e il Mediterraneo tramite l’Asia centrale e occidentale. Si realizzeranno nuove tratte ferroviarie o si miglioreranno in modo radicale le vecchie linee.

Tre i “corridoi” principali verso l’Europa:

  1. Northern Corridor
  2. Middle Corridor 
  3. Southern Corridor

Il primo attraversa Mongolia e Russia per arrivare in Europa da nord. Allo snodo di Grodno-Brest, al confine tra Bielorussia e Polonia, le linee si dividono. Il ramo settentrionale si dirige verso Polonia, Germania, Olanda, attraversando le regioni settentrionali della Francia per poi raggiungere i terminal spagnoli. Il ramo meridionale attraversa Germania meridionale e Austria per entrare in Italia dal confine con la Slovenia.

La porta orientale verso l’Europa occidentale è quindi la Polonia. Il Paese ha le carte in regola per diventare il più importante centro logistico a livello globale. Maggiore connettività quindi è sinonimo di maggiori sinergie all’interno del territorio.

Quali sono i vantaggi del trasporto ferroviario?

Il trasporto ferroviario ha aspetti per così dire meta-economici che lo rendono interessante anche per tratte di lunghissimo raggio. Rispetto a nave e aereo, si presta a una distribuzione più capillare delle merci e ha ricadute molto superiori sull’indotto locale (servizi di alloggio e ristorazione, facchinaggio e magazzinaggio, rifornimenti, ecc.). Le infrastrutture realizzate hanno un moltiplicatore molto più elevato sull’economia locale. Il valore anche simbolico della ferrovia  è tradizionalmente molto grande.

 

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!

Comments

comments