Maggiore Hubal: Il primo partigiano polacco

, September 17, 2019
  • 123
    Shares

Sapevi che i polacchi non furono solo i primi a combattere nella seconda guerra mondiale, ma istituirono la prima Partyzantka (unità partigiana) il 23 settembre 1939. Henryk Dobrzański, noto come Hubal, istituì questa potente forza per continuare a combattere i tedeschi.

  • 123
    Shares

Vi siete mai chiesti perché tutti in Polonia, o quasi tutti, conoscono la canzone della Resistenza partigiana “Bella ciao”? 

Alcuni di voi risponderanno che il brano è diventato famoso grazie alla Casa di Carta, nota serie TV spagnola in onda su Netflix, ma in realtà non è cosi.

La canzone popolare è conosciuta in molte parti d’Europa come canto di ribellione contro il nazi-fascismo. E i polacchi, quando si parla di liberazione e ribellione, ne sanno qualcosa.

Infatti oltre ad essere stati i primi a combattere nella seconda guerra mondiale, furono i primi ad istituire la Partyzantka (unità partigiana) il 23 settembre 1939. Henryk Dobrzański, noto come Hubal era a capo di questa unità.

Hubal-portretowe-big.jpg
Source: By Anonymoushttp://my.barackobama.com/page/community/post/poloniaworldwide/gGxnNF, Public Domain

Il Maggiore Hubal, successivamente promosso colonnello, partecipò alla difesa di Grodno contro l’Armata Rossa. Dopo la resa di altre unità, il reggimento in cui prestò servizio riuscì a spezzare la linea nemica. Nonostante la decisione del superiore di sciogliere il ramo, il maggiore Henryk Dobrzański decise di continuare la sua marcia verso la capitale e combattere ulteriormente.

Nel settembre del 1939, “Hubal” partecipò alla difesa di Grodno contro l’Armata Rossa. Dopo due giorni di pesanti combattimenti contro i sovietici numericamente superiori, il 20 settembre Grodno fu assediata e  tre giorni dopo il gen. Bryg. Wacław Przeździecki , il comandante della difesa di quella zona, ordinò a tutte le sue truppe di fuggire nella Lituania neutrale.

Hubal-with-soldiers.jpg
Source: By Anonymoushttp://my.barackobama.com/page/community/post/poloniaworldwide/gGxnNF, Public Domain

Il 110 ° Reggimento fu l’unica unità a disobbedire a questo ordine. L’unità si unì ai resti di numerosi reggimenti e si fece strada verso la capitale Varsavia. L’unità fu circondata dall’Armata Rossa nell’area del fiume Biebrza e subì gravi perdite, ma riuscì a sfondare le difese nemiche. Successivamente, il tenente colonnello Jerzy Dąbrowski, il comandante del reggimento, decise di sciogliere la sua unità. Ma un gruppo di circa 180 uomini voleva continuare e Henryk Dobrzański prese il comando e li condusse verso Varsavia, che era sotto assedio.

La Capitale polacca venne occupata il 27 settembre prima che Dobrzański e i suoi uomini riuscissero a raggiungerla. Circa 140.000 soldati polacchi furono fatti prigionieri dai tedeschi.

Questo avvenimento mise di fronte a Hubal tre scelte:

  • Sciogliersi,
  • Evacuare (attraverso l’ Ungheria o la Romania ) in Francia
  • Continuare la lotta.

Circa 50 uomini si offrirono volontari per continuare la lotta. Il coraggiosissimo Hubal guidò la sua unità verso sud per cercare di raggiungere la Francia. Il 1 ° ottobre 1939 attraversarono la Vistola vicino a Dęblin e iniziarono la loro marcia verso le montagne di Santa Croce. Lo stesso giorno la sua unità combatté la loro prima scaramuccia contro i tedeschi. Dopodiché decise di rimanere nella zona di Kielce con la sua unità e aspettare gli Alleati.

Giurò che non si sarebbe tolto l’uniforme fino alla fine della guerra. Chiamò la sua forza “Unità separata dell’esercito polacco”

Il 30 aprile 1940, nei pressi di Anielin vicino a Opoczno, Il Reggimento di Hubal fu circondato da 7.000 soldati tedeschiNella lotta, durante la quale i tedeschi usarono i carri armati, l’unità di guerriglia si disperse e il maggiore Hubal cadde sul campo di battaglia.

Kielce Hubal.JPG
Source: By Halibutt – Self-made in old cemetery in Kielce, CC BY-SA 3.0,

Molto probabilmente il suo corpo fu trasportato dai tedeschi a Tomaszów Mazowiecki e bruciato. L’unità di Hubal fu sciolta il 25 giugno 1940.

Solo nel 1966, il maggiore Henryk Dobrzański ricevette la Croce d’oro dell’Ordine dei Virtuti Militari, il più alto riconoscimento militare polacco, e fu promosso al grado di colonnello.

Nonostante molti tentativi, il luogo di riposo del leggendario Hubal non è stato ancora trovato.

 

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!

Comments

comments