Varsavia: La rinascita della Capitale Polacca

, July 14, 2019
  • 278
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    278
    Shares

Con 3 milioni di residenti, Varsavia è oggi la nona capitale più popolata dell’UE. Ha subito una serie di cambiamenti di vasta portata alla sua struttura economica negli ultimi 50 anni per raggiungere questo status.

Nascere non basta è per rinascere che siamo nati. Ogni giorno. La città di Varsavia esprime perfettamente il concetto del grande Pablo Neruda.

Una città trasformata in macerie e cenere dalla Germania nazista è rinata due volte da allora.

La capitale polacca, nell’era post-bellica, era una grigia incarnazione dell’oppressivo dominio comunista. Il paesaggio urbano era caratterizzato da quei blocchi di cemento tutti uguali che spogliavano la città dalla sua essenza. I ristoranti ritenuti “capitalisti”, venivano sostituiti dai così detti Bar Mleczny, che erano sostanzialmente mense per operai dove poter gustare la cucina polacca a prezzi contenuti e senza  molte pretese.

Tutto piatto e tutto pianificato. Ma quasi tre decenni di crescita economica post-comunista hanno prodotto una fiorente città dall’architettura moderna, con musei all’avanguardia ed edifici storici rivitalizzati.

Source: Instagram: @nowawarszawa

 

La capitale della Polonia è passata dal degrado ambientale e delle infrastrutture alla capitale più ricca dell’Europa orientale e centrale. E non è finita qui. Infatti oggi Varsavia è la 9° posto in Europa per numero di popolazione.

E’ stata riconosciuta oggi come una “città alpha” di livello mondiale, che è un’importante attrazione turistica internazionale e un importante centro culturale, politico ed economico. Si prevede che entro il 2019 il PIL della città sarà superiore del 50% rispetto al 2008. Warsaw diventerà quindi la più ricca capitale, accanto a Berlino, nell‘Europa centrale e orientale.

L’adesione della Polonia all’EU e i grandi finanziamenti

La città ha raggiunto questo status grazie a numerosi e profondi cambiamenti nella struttura economica introdotta negli ultimi cinquant’anni.

Il ripristino dell’economia di mercato negli anni 90′ e gli investimenti sul sistema infrastrutturale sono stati fondamentali per questo processo di crescita. Ulteriori finanziamenti sono arrivati quando la Polonia è entrata nell’Unione Europea nel 2004, con 17,5 miliardi di zloty (4,7 miliardi di dollari, 4,1 miliardi di euro) che sono stati stanziati in centinaia di progetti.

Negli ultimi anni la città di oltre 1,7 milioni di persone ha ricevuto una seconda linea della metropolitana, 400 chilometri di nuove piste ciclabili e moderni sistemi per la depurazione delle acque.

La città delle grandi opportunità

L’economia è in piena espansione e sta cambiando anche il volto umano della città. Infatti la Capitale polacca sta attirando lavoratori qualificati da tutte le parti del mondo. Il tasso di disoccupazione è solo dell’1,9 % molto al di sotto del 6,3% nazionale, a sua volta al minimo storico.

La nuova ricchezza di Varsavia ha alimentato una vivace scena gastronomica. Come ogni capitale Europea all’avanguardia che si rispetti, non  possono mancare ristoranti vegani, sushi e persino birrifici artigianali e gelaterie di alta qualità. Per la prima volta nella storia polacca ci sono ora due ristoranti con una stella Michelin ciascuno, guadagnati nel 2013 e nel 2016.

Source: Instagram: @nowawarszawa

Kocham Warszawę 🇵🇱❤️

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!