Situazione demografica difficile in Polonia: Un paese di anziani

, August 17, 2019

In un rapporto sulla situazione della popolazione in Polonia, il Central Statistical Office (CSO) avverte che entro il 2035, il Paese avrà una popolazione di 2,5 milioni in meno rispetto ad oggi e l’età media della sua popolazione aumenterà

La situazione demografica della popolazione in Polonia non è cambiata in modo significativoè ancora difficile. Nel breve periodo, non dovrebbero essere previsti cambiamenti significativi per garantire uno sviluppo demografico stabile. Oltre al basso numero di matrimoni, la causa di questa crescita negativa è dovuta sopratutto al numero significativamente più ridotto di donne in età fertile. Questo è quanto riportato dal rapporto CSO.

Dal grafico si può notare che anche l‘Italia è in fase di declino demografico. Questo fenomeno è stato ulteriormente aggravato dall’elevata portata dell’emigrazione polacca all’estero. Lo studio fa riferimento all’emigrazione temporanea dei giovani che molto spesso trovano opportunità più soddisfacenti in terre straniere.

Quindi come sarà la Polonia tra qualche decennio? Sarà un paese pullulante di pensionati sulle panchine o di bambini adorabili che giocano nei parchi delle città?

Bisogna ricordare che la Polonia ha visto il più grande declino della popolazione postbellica nel 2003. In quell’anno la popolazione polacca è diminuita di 14.000 abitanti. Secondo le previsioni dell’ufficio statistico, il numero di morti nel 2025 supererà il numero di nuove nascite di 110.000 e entro il 2035 anche di 178.000. Nel complesso, la Polonia perderà 2,5 milioni entro il 2035.

anziano polacco seduto sulla panchina a Cracovia

L’indice di vecchiaia aumenta di anno in anno (nel 2017 era 112), il che in futuro si tradurrà in una diminuzione dell’offerta di lavoro e difficoltà nel sistema di sicurezza sociale a causa di un aumento del numero e della percentuale di persone anziane. 

Quali sono le cause principali?

L’invecchiamento in corso della popolazione polacca deriva da un fenomeno favorevole ossia l’aumento dell’aspettativa di vita. Il tutto è aggravato da un basso tasso di fertilità. Infatti la Polonia è uno dei Paesi europei con minore tasso di fecondità totale, pari a 1,3 figli per donna. La media Ue è invece di 1,55 figli per donna.

Come si può contrastare il fenomeno?

Per contrastare il calo demografico, l’esecutivo, guidato dalla premier Beata Szydlo, ha proposto una norma, approvata dal Parlamento, che assegna 500 zloty al mese alle famiglie che hanno più di un figlio fino ai 18 anni d’età. Il sussidio, erogato dal 1° aprile del 2016, ha interessato circa 2 milioni e 700mila famiglie con due e più figli e costa allo Stato circa 17,3 miliardi di zloty (3,9 miliardi di euro) l’anno. Secondo le statistiche del 2017 le famiglie con un solo figlio risultano essere il 47% del totale; quelle con due o più figli sono invece il 53%.

Source: Instagram @premierrp

Al di la di tutto Il futuro della popolazione polacca è un argomento molto controverso. Sono state presentate molte previsioni ma nessuna di esse è degna di essere considerata autentica. Ciò è dovuto ai dati insufficienti disponibili del passato sul fenomeno. Ciò indica incertezza nel futuro della popolazione polacca in quanto nessuno può prevedere con certezza al 100% quale potrebbe essere.

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!

Comments

comments