Polonia: Sempre più giovani vivono con Mamma e Papà

, August 22, 2019
  • 146
    Shares

Traslocare dai genitori è stato da sempre sinonimo di accesso all’età adulta. Di recente, tuttavia, sta accadendo qualcosa di strano: quasi la metà dei giovani polacchi decide di vivere con i genitori dopo la laurea. Qualcosa in comune con la cara vecchia Italia? 😀

  • 146
    Shares

Ho 29 anni e vivo ancora con Mamma e Papà. Di questi tempi staccare il cordone ombelicale è sempre più difficile. Che la Polonia si stia adeguando all’occidente questo è un dato di fatto. Ma come spesso accade, chi va con lo zoppo impara a zoppicare.

Infatti guardando i dati Eurostat, oltre il 43% dei polacchi dai 25 ai 34 anni vive con i loro genitori. Se paragoniamo questi dati con le statistiche italiane possiamo notare come nel Bel paese, il 46% dei giovani tra i 25-30 decide di fare lo stesso.

La situazione è diversa (come sempre) in Danimarca. Infatti secondo gli stessi dati, solo L’1,8% dei giovani non è indipendente.

Ma cosa spinge i giovani polacchi a condividere ancora lo stesso tetto con i propri genitori?

Un’analisi basata puramente sul “gap generazionale” ( anche abbastanza ironica per certi versi ) afferma che dopotutto, vivere con la mamma è più economico e probabilmente più comodo. Infatti i soldi risparmiati possono essere spesi in avocado o in scooter elettrici 😉

I giovani di oggi quindi, non comprano casa non perché non possano permetterselo. Loro semplicemente non vogliono. E non è un capriccio, una moda o una imposizione, la loro è una motivazione giusta e ben precisa, dettata da razionalità. I millennials non vogliono affrontare le spese di un mutuo e quelle relative alla manutenzione della propria casa. Preferiscono vivere in affitto e lo considerano anche un modo di vivere più facile. Anzi se i loro coinquilini sono mamma e papà è anche meglio !!

Tuttavia, dire che i millennials polacchi siano pigri e preferiscono prendere scorciatoie è abbastanza riduttivo. Infatti la causa del fenomeno va vista altrove. Ad esempio dall’adesione della Polonia all’UE, gli appartamenti costicchiano di più. Anche i salari sono aumentati ma in misura minore rispetto al prezzo degli immobili che nelle grandi città, vedi Cracovia, hanno raggiunto cifre stratosferiche.

Quindi ad occhio nudo si può vedere che il sogno dei quattro angoli sta diventando sempre più difficile da realizzare.

Ciò dovrebbe darci fastidio, soprattutto perché la crisi immobiliare non si limita alla Polonia. In ogni paese occidentale, comprare un appartamento è un’utopia.

Si è parlato molto di quanto sia difficile in Germania acquistare un appartamento. E nonostante ciò, l’83% dei giovani tedeschi è indipendente. Perché? Sebbene gli appartamenti siano molto più costosi lì che sulla Vistola, sicuramente più persone sono in grado di affittare locali.

E sopratutto, lo Stato aiuta molto in questo – in molti stati federali, ad esempio, non puoi sfrattare improvvisamente un’inquilino. A Berlino non puoi nemmeno aumentare l’affitto se il contratto è a tempo indeterminato. Gli inquilini hanno molti più diritti e talvolta vengono trattati quasi allo stesso modo dei proprietari.

Vi lasciamo con questo interrogativo: la Generazione Y polacca sta diventando sempre più pigra o forse il problema è altrove?

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!

Comments

comments