Polonia: Il settore dell’e-commerce è in forte espansione

, August 27, 2019
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si prevede che quest’anno l’e-commerce in Polonia aumenterà del 25 percento. Ciò significherebbe che alla fine del 2019, le vendite e-commerce business-to-consumer di questo paese dell’Europa orientale varranno circa 11,64 milioni di euro.

Secondo lo studio di Ecommerce Foundation, il mercato polacco dell’e-commerce dovrebbe raggiungere i 13,5 miliardi di dollari alla fine del 2019, con un aumento del 25% rispetto allo scorso anno. Questo vuol dire, se la previsione è corretta, che l’e-commerce in Polonia rappresenterà il 2,31% del prodotto interno lordo del paese. Il governo polacco afferma che l’economia digitale continuerà a crescere del 7% all’anno e nel 2020 rappresenterà il 12% del PIL polacco

E-commerce in Polonia

Source: ecommercenews

La Polonia è al 13° posto tra i mercati di e-commerce in più rapido sviluppo al mondo. Infatti l’e-commerce è uno dei driver più importanti per lo sviluppo economico, contribuendo alla rapida crescita delle operazioni logistiche. I negozi online rappresentano attualmente il 60% dello spazio di magazzino utilizzato dalle catene di vendita al dettaglio e dagli operatori logistici. Non sorprende che il paese dell’Europa orientale, sia diventato un hub per diverse operazioni di e-commerce al servizio dei paesi dell’Europa occidentale, tra cui Amazon e Zalando.

Tendenze attuali del mercato 

Risparmio di tempo e denaro, comodità, facilità di acquisto e ampia scelta dei prodotti sono le principali ragioni dell’aumento di questo trend. In Polonia infatti, ci sono 28 milioni di utenti Internet, il 66% dei quali acquista online.

Source: eshopworld

Per avere un quadro migliore del mercato dell’eCommerce polacco è bene dividere gli utenti internet per fascia d’età. Il 90% è composto da giovani di 16-24 anni, il 92% da quelli di 25-34 anni e l’81% da quelli di 35-44 anni che si collegano quotidianamente. Anche le generazioni più anziane 45-55anni si collegano regolarmente con una percentuale giornaliera rispettivamente del 79% e del 65%.

Ma come avviene il processo d’acquisto ?

La maggior parte dei clienti di oggi non utilizza più un unico canale per i suoi acquisti ma si muove in modo dinamico attraverso diversi punti di contatto digitali. Per questo motivo le strategie dei rivenditori online sono cambiate. Si è passati da un approccio multicanale dove il cliente ha la possibilità di acquistare i prodotti/servizi mediante almeno due canali: quello offline, il negozio fisico, e quello online ad un approccio omnicanale. Ma che cosa significa? La strategia omnicanale enfatizza la visione cliente-centrica che oggi guida la trasformazione digitale.

L’obiettivo dell’omnicanale è offrire al cliente esperienze coerenti e senza discontinuità tra loro in modo da poterlo coinvolgere al meglio e convertire i suoi viaggi in acquisti.

Facciamo un piccolo esempio. Da qualche anno a questa parte il processo d’acquisto dei polacchi può essere sintetizzato cosi: La mattina di buon ora state aspettando il treno per Cracovia. Nell’attesa cercate sul web, tramite il vostro smartphone, cosa acquistare. Nel carrello virtuale mettete tutto quello che vi interessa. Dopo il lavoro, una volta rientrati a casa, confrontate quello che avete scelto guardando i prodotti sul vostro pc. In un secondo momento decidete di uscire e andare in un negozio per vedere se ci sono degli sconti ( o per provare il numero delle scarpe 😀 ). Intanto, sempre con il vostro smartphone, confrontate i prezzi e le opinioni sui social.

Source: bitmat.it

Per questo motivo i rivenditori tendono ad adottare un approccio omnicanale per combinare i canali di vendita tradizionali e online, mantenere o espandere la propria base di clienti e per far si che il cliente possa paradossalmente condurre il gioco. L’importanza di questa strategia fa si che tutti i canali sono disponibili al cliente e che sono anche integrati tra di loro.

Le piattaforme e i negozi di e-commerce investono sempre di più in strumenti analitici avanzati, compresa l’intelligenza artificiale. Il settore raggiunge principalmente i clienti tramite social media, pubblicità personalizzata e marketing di contenuti.   

Le categorie di prodotti più popolari in Polonia

Gli acquisti online in Polonia riguardano principalmente:

  • Abbigliamento e accessori (64 percento)
  • Libri, film e musica (54 percento)
  • Biglietti per cinema e teatro (51 percento)
  • Calzature (44 percento)
  • Cosmetici e trattamenti di bellezza (43 percento)

La stragrande maggioranza degli acquisti online viene effettuata localmente in Polonia. Ci sono 12.000 negozi online nel paese. La maggior parte di essi è di proprietà polacca e opera da oltre 10 anni. Mentre solo il 16% circa dei polacchi acquista in negozi esteri, il 40% di loro non ha mai fatto acquisti online a livello internazionale. Secondo la Kronenberg Foundation della Citi Handlowy Bank, il 65% delle aziende di e-commerce vendono a livello internazionale, principalmente a clienti dell’Europa centrale e occidentale. Al di fuori dell’UE, il 10% delle imprese online è attivo in Asia, il 6% negli Stati Uniti e il 5% nei paesi del Medio Oriente. Tuttavia, le vendite estere dal punto di vista del valore rappresentano solo il 6% delle vendite totali delle imprese di e-commerce. 

Le migliori piattaforme di e-commerce in Polonia:

Allegro

Source: novità e-commerce

Allegro è il principale marketplace con 14 milioni di clienti, il 90% dei quali acquista regolarmente sulla piattaforma. Allegro nasce nel 1999 come sito d’aste. Da quasi vent’anni, è il primo marketplace di successo sul territorio polacco. Ci sono state delle modifiche sul suo modo di operare che hanno riguardato sopratutto il sistema di vendita. Infatti, il modello d’asta delle vendite ha lasciato il posto ai prezzi fissi. Questo miglioramento è stato essenziale per il suo successo.

Le altra piattaforme sono:

  1. Euro.com.pl Elettronica di consumo ed elettrodomestici
  2. Versione in lingua polacca Amazon del sito Web tedesco
  3. Empik.com Libri, giochi, giocattoli, musica, regali, biglietti per eventi culturali
  4. Mediaexport.pl Elettronica di consumo ed elettrodomestici
  5. Zalando.pl Fashion
  6. Aliexpress.com Tutti i tipi di beni di consumo

In ultima analisi ai polacchi piace pagare i loro beni o servizi ordinati online tramite bonifici bancari. Un altro metodo di pagamento popolare è il pagamento in fattura.

Metodi di pagamento online in Polonia, secondo Payvision.

Source: ecommercenews

Un tipico metodo di pagamento online polacco è PayU, che in Polonia viene utilizzato più di PayPal. Seguono le carte di debito e le carte di credito (5%).

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!