La cavalleria polacca contro i carri armati tedeschi

, October 3, 2019
  • 12
    Shares

In che modo la cavalleria polacca affrontò i carri armati tedeschi nel settembre del 1939? Ecco come nasce uno dei miti più longevi nella storia legati al Secondo Conflitto Mondiale: la carica della cavalleria polacca contro i carri armati tedeschi.

  • 12
    Shares

I polacchi, da sempre sono noti per il loro coraggio. Quando c’è da compiere un’impresa, non si tirano mai indietro. Ma sono veramente riusciti a sconfiggere i carri armati tedeschi? Questo mito è ancora vivo, sia in Polonia che in Europa. Ciò dimostra la tesi che è molto difficile rimuovere qualsiasi stereotipo, anche completamente assurdo, specialmente se è radicato così profondamente.

Purtroppo la leggenda è stata strumentalizzata dalla propaganda nazista da un lato e da quella comunista dall’altro. Ecco cosa successe nel settembre del 1939 – La cavalleria polacca attaccò la fanteria tedesca e fu sorpresa dai carri armati; il corrispondente di guerra andò sul campo di battaglia, dove c’erano relitti di carri armati e corpi di cavalli, da cui concluse che la cavalleria attaccò i carri armati. In effetti, il comandante di questa unità di cavalleria sorprese i tedeschi fuori dalle macchine e decise di attaccare, ma l’attacco fallì. La cavalleria polacca combatté a cavallo, ma usando tattiche di fanteria. Le formazioni erano dotate di mitragliatrici, fucili da 75 mm e 37 mm, pistole anticarro Bofors, un piccolo numero di pistole antiaeree Bofors da 40 mm e un piccolo numero di pistole anticarro “Ur 1935”. Il cavaliere aveva anche una sciabola e uno scudo, ma quest’arma veniva usata principalmente durante i combattimenti a cavallo.

La creazione di questo mito può essere spiegata in diversi modi. La propaganda nazista usò questo caso per creare il mito della “stupida cavalleria polacca“. La Germania probabilmente voleva convincere i paesi occidentali che la Polonia non era un prezioso alleato. Tali miti dovevano impedire alle potenze occidentali di unirsi alla guerra.

Quindi il filone “tedesco” si prefiggeva l’obiettivo di dimostrare l’indiscutibile superiorità militare nei confronti della Polonia – e, in senso lato, sulle popolazioni dell’Est europeo di lingua slava.

Nell’orizzonte culturale della Polonia comunista, invece, le gesta degli ułani assursero a simbolo dell’estremo eroismo dimostrato dalle forze armate polacche nella difesa della Madrepatria durante la “campagna di settembre”. Ma l’aspetto che voleva sottolineare il regime comunista era l’arretratezza militare polacca, effetto della decadenza politico economica della seconda repubblica polacca. 

Al di là delle disparità di carattere politico, il forte impatto emotivo delle presunte gesta dei cavalieri polacchi ha mosso gli animi di artisti contemporanei.

Source: parentesistoriche

Una bellissima rappresentazione della battaglia è stata fatta ad opera del pittore polacco Wojciech Kossak, passato alla storia per i suoi quadri di tema storico dall’alto valore patriottico. Il pittore infatti volle omaggiare lo spirito del popolo polacco rappresentando proprio un attacco di cavalleria ad alcuni corazzati nemici.

La vicenda è stata rappresentata in  in chiave contemporanea del Davide che batte Golia – La storia del pastorello Davide che, armato di una semplice fionda, uccide Golia, il temibile gigante dei Filistei in guerra con il popolo di Israele-  I cavalieri polacchi vengono rappresentati in tutto il loro drammatico eroismo, intenti a fronteggiare, con i pochi mezzi a disposizione, i panzer tedeschi.

La cavalleria, nella storia militare polacca comunque può vantare una profonda tradizione. Concludiamo l’articolo riportando una celebre frase del poeta francese Jean Cocteau sulla storia.

“Cos’è la storia, dopo tutto? La storia sono fatti che finiscono col diventare leggenda; le leggende sono bugie che finiscono col diventare storia”.

 

 

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!

Comments

comments