Habemus Premier? Giuseppe Conte potrebbe essere il nuovo Primo Ministro italiano

, May 22, 2018
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Dopo circa due mesi e mezzo dalle elezioni politiche italiane, Movimento 5 Stelle e Lega Nord – i partiti che hanno ricevuto la maggioranza dei voti degli italiani – hanno raggiunto un accordo sul nome di colui che occuperà l’incarico di Primo Ministro italiano.

Nel pomeriggio del 21 Maggio, all’uscita del Quirinale Luigi Di Maio ha dichiarato ai giornalisti di aver indicato il nome di Giuseppe Conte al Presidente della Repubblica Mattarella, a cui spetta l’ultima parola per l’assegnazione dell’incarico di premier. Luigi Di Maio ha ggiunto che la scelta sarebbe ricaduta sulla figura di Giuseppe Conte – il quale dichiara di non aver votato nè Lega, nè movimento 5 stelle – poichè rappresenta sintesi del movimento cinquestelle.

Ai leader Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il presidente della Repubblica ha fatto presenti le preoccupazioni per i segnali di allarme sui conti pubblici e sui risparmi dei cittadini e ha ricordato l’importanza cruciale del ruolo che la Costituzione assegna al presidente del Consiglio: un ruolo di responsabilità diretta e di direzione della politica generale del governo. Il messaggio è che il prossimo premier dovrà essere una figura politicamente solida, che non debba sottostare ai diktat dei due partiti che lo hanno indicato.

Il 54enne Giuseppe Conte è avvocato e ordinario di diritto privato all’Università di Firenze, e figurava tra i nomi scelti da Luigi Di Maio nell’elenco dei ministri dell’eventuale governo Cinque Stelle.  Si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma e nel corso della sua carriera accademica ha insegnato diritto civile e commerciale presso l’Università di Roma Tre, la Lumsa di Roma, l’Università di Malta e quella di Sassari. Conte è membro del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa, e ha presieduto la commissione speciale del Consiglio di Stato che ha “destituito” Francesco Bellomo, il consigliere finito nella bufera per i corsi per aspiranti magistrati conditi da avances, minigonne e “contratto” per le borsiste.

Intanto la lista di ipotetici ministri comincia a prender forma: Salvini e Di Maio figurano rispettivamente all’Interno e allo Sviluppo economico.

Tra i nodi irrisolti, quello del ministero dell’Economia. Il nome sul quale M5S e Lega avrebbero trovato una convergenza è quello dell’ex ministro del governo Ciampi, Paolo Savona, gradito alla Lega e più volte ospitato sul blog del Movimento in passato. Un nome che però provoca perplessità al Colle, per le sue posizioni anti-euro. Il resto della squadra prende via via forma con l’assegnazione, ormai quasi certa, del ministero della Difesa al M5S. Ancora in bilico il ministero delle Infrastrutture e Trasporti, soprattutto dopo le frizioni tra M5S e Lega sul progetto della Tav Torino-Lione.

Seguici su Facebook

La nostra comunità italiana in Polonia sta crescendo. Aiutaci a diventare numerosi. Metti mi piace alla nostra pagina



Caro lettore,

La tua voce è molto importante per noi. Vogliamo condividere con te informazioni utili e argomenti interessanti per la comunità italiana in Polonia. Se c'è qualcosa, storia, evento che vorresti pubblicizzare, scrivici a info@poloniami.pl

Ti invitiamo inoltre a inviarci annunci di lavoro, piccoli annunci per la vendita / acquisto, saremo lieti di comunicarli tra la nostra crescente comunità. Stiamo aspettando le tue informazioni!